Mercoledî 20 Settembre 2017 - 13:05

Sito d'informazione on line dal 2001

IsolaBasket.it

Sito d'informazione on line dal 2001



La Dinamo chiude a Kaunas la propria esperienza in Eurolega

di Andrea Frau | 18.12.2014 - ore 23:17


foto Salvatore Madau

[foto Salvatore Madau]

CAGLIARI - Ultimo match di questa prima Eurolega della storia della Dinamo Sassari, che chiude il proprio cammino nell’elite del basket europeo nel freddo di Kaunas. Partita che si giocherà domani, con inizio alle ore 18:45, senza tante pretese per la squadra di Sacchetti, che cerca con i lituani la magra consolazione del secondo successo in campo internazionale, dopo la gara d’andata vinta in Sardegna.

È un momento molto delicato quello della Dinamo, costretta suo malgrado a fare i conti con l’allarme generale suonato dopo le ultime prestazioni, scialbe, opache e per nulla convincenti. Sacchetti è chiamato all’ennesima prova di forza nel suo cammino sassarese: riportare serenità in una squadra che ha smarrito, in maniera evidente, la tranquillità necessaria per affrontare il cammino di crescita tanto invocato e aspettato dal proprio allenatore.

La squadra lituana ha già dimostrato nel match d’andata di essere avversario tutt’altro che abbordabile e il suo ruolino di marcia in questa competizione evidenzia come la compagine guidata da Krapikas abbia attraversato due fasi nettamente contrapposte, con una pericolosa virata negativa proprio in corrispondenza della sconfitta patita in terra isolana. Da allora, solo una vittoria per i lituani, ai danni di Novgorod; nell’ultimo turno hanno subito una pesante sconfitta contro Kazan ed è certo che proveranno a vendere cara la pelle sul parquet amico.

Il pericolo numero uno rimane sempre James Anderson, 15 punti all’andata, che sta viaggiando sui 16 di media in questa fase a gironi conditi da ben 6 rimbalzi ad allacciata di scarpe. È lui l’arma offensiva principale della squadra lituana, che spera di ritrovare punti e giocate importanti da Milaknis, 14 contro Sassari, le cui percentuali sono crollate vertiginosamente nelle ultime settimane.

Il contributo dei venerabili maestri non mancherà di certo: Jankunas sta viaggiando su basi solide a quasi 10 di media con 7 rimbalzi a partita, mentre Javtokas, sebbene gli anni passino, mantiene la sua solidità e importanza nella rotazione dello Zalgiris. In dubbio Ulanovas, 12 punti all’andata, sparito nelle ultime gare anche a causa di qualche problema fisico.

Chi invece ha deluso è Songaila: Krapikas puntava forte sull’eclettico lungo dalla mano educata ex Nba, che però ha trovato non poche difficoltà nel rapportarsi ai ritmi di questa edizione di Eurolega, sebbene il suo tiro dalla distanza rimanga sempre un’arma potenzialmente letale per qualsiasi avversario.

Lo Zalgiris ha potenziale offensivo, grande forza fisica ed enorme tradizione, ma la Dinamo trova un avversario incapace di vincere in Eurolega una sola volta nelle ultime 5 gare. Cammini simili, destini diversi, visto che Kaunas comunque rimane in corsa per un posto nelle Top 16.

Nessuna pressione, tanta voglia di rifarsi dopo qualche sconfitta di troppo, la necessità di ritrovare serenità e tranquillità per riprendere al meglio il cammino nel nostro campionato. Lawal all’andata caricò l’intera squadra sulle proprie spalle e trascinò Sassari ad una grande vittoria con ben 25 punti e minuti di autentico dominio cestistico. Logan, 20 nella prima sfida, è stato e rimane una garanzia.

Ci si aspetta tanto da Dyson, in grave difficoltà. Per l’ex Brindisi è arrivato il momento giusto per dimostrare a tutti gli scettici il suo reale valore. Sarà lui l’uomo in più per Sacchetti al fine di ottenere il secondo successo in Eurolega? Il coach di Sassari si augura di sì, i tifosi lo stesso: il cammino della Dinamo deve riprendere da Kaunas.

Queste le dichiarazioni di coach Meo alla vigilia della gara: "Giocheremo la nostra ultima partita in Eurolega: abbiamo necessità di giocare con intensità per tutti i quaranta minuti, facendo più possibile tesoro di questa esperienza per crescere. All’andata abbiamo vinto e speriamo di fare lo stesso ora, in trasferta. Abbiamo bisogno di ritrovare fiducia, giocare insieme ed essere squadra. Penso che possiamo migliorare e spero che i miei giocatori giochino con orgoglio fino all’ultimo secondo, mostrando rispetto per questa grande competizione. Ci mancheranno alcuni giocatori in questa partita, questo consentirà ad altri di giocare più minuti, dandomi delle risposte in termini di carattere e determinazione".


© RIPRODUZIONE RISERVATA






INVIACI NEWS/RISULTATI/TABELLINI SEGNALACI UN ERRORE


NEWS IN EVIDENZA IN QUESTA CATEGORIA


Campionati Maschili > Euroleague > IB News

19.12.2014 - ore 22:19

La “panchina” della Dinamo sfiora la vittoria a Kaunas

Finisce 80-79 per lo Zalgiris l’ultima partita della Dinamo in Eurolega. Un canestro più libero aggiuntivo di Anderson, messi a segno a 2.5" dalla sirena, hanno tolto ai biancoblù sassaresi la soddisfazione della vittoria e dato, invece, la settima sconfitta consecutiva ... leggi tutto