Giovedî 23 Novembre 2017 - 21:15

Sito d'informazione on line dal 2001

IsolaBasket.it

Sito d'informazione on line dal 2001



Dinamo orgogliosa, ma vince Kazan

di Erika Gallizzi | 05.12.2014 - ore 04:15


foto Salvatore Madau

foto Salvatore Madau

SASSARI Non si muove la classifica dell’Eurolega per la Dinamo, che perde in casa contro l’Unics Kazan con il punteggio di 68-72. Una gara "di rincorsa" per i biancoblù di coach Sacchetti, che, dopo aver toccato il -19 (37-56 a 2’48" dalla terza sirena), hanno ripreso gli avversari con un colpo di reni a cavallo tra la fine del terzo e l’inizio dell’ultimo quarto, grazie ad un guizzo di Logan (impalpabile fino a quel momento) e ad un monumentale e commovente Jack Devecchi. Praticamente ciò che è successo a Capo d’Orlando domenica scorsa, ma al contrario: 23-4 di parziale (18-2 solo in avvio di ultima frazione), ma non è bastato, perché Kazan si è mostrata pronta a ricompattarsi e mettere in cassaforte i due punti, fondamentali per l’accesso alle Top16, nell’ultimo botta e risposta.

Queste le dichiarazioni di coach Sacchetti in sala stampa: "La mia squadra ha avuto due volti, uno nella prima metà di gara e l’altro nella seconda. La prima senza energia, Kazan muoveva la palla con troppa facilità e aveva troppe possibilità in area. Dall’altra parte, in attacco, abbiamo avuto molto poco dal tiro da tre punti. Nel secondo tempo i tiri da tre sono entrati, siamo arrivati a -10, poi loro hanno trovato due triple e siamo precipitati di nuovo fino a che non abbiamo avuto uno dei nostri soliti flash, con difesa aggressiva ed un paio di canestri importanti di Logan e Devecchi. E’ logico che mi aspettavo una buona intensità fin dall’inizio perché se si fanno giocare squadre simili, che hanno giocatori che leggono e tante opzioni, non si può non cercare di rompere loro i giochi. Ero fiducioso perché quando siamo tornati a -10 e ci hanno ricacciato indietro, avevamo ancora la faccia di quelli che se la vogliono giocare. Li abbiamo presi, ma non siamo riusciti a passargli davanti. Abbiamo sbagliato un paio di tiri anche difficili, e loro sono stati bravi. Antipov ha fatto delle giocate importantissime. Insomma, a quel punto, ci sarebbe voluto anche qualche loro errore".

Il capitano Manuel Vanuzzo analizza la partita e la situazione generale senza troppi giri di parole, con la franchezza che, da sempre, lo contraddistingue: "Primi 25 minuti giocati malino, gli ultimi 15 giocati con aggressività, col molto talento che sappiamo di avere in squadra, ma sempre inventando qualcosa anche fuori dai giochi. Sappiamo di avere tanto talento in tanti giocatori di questa squadra, però credo che soprattutto in Eurolega si debba trovare anche qualche soluzione all’interno dei giochi e cercare di adattarci alle caratteristiche degli avversari. Qualcuno di noi, da un po’ di tempo, sta giocando non bene ed al di sotto delle proprie possibilità, probabilmente qualcuno ha perso un po’ di fiducia, per cui si riesce a trovare qualcosa in più da giocatori che entrano dalla panchina. Però è chiaro che una squadra che punta in alto, ed ora parlo soprattutto del campionato, non credo possa permettersi cali così prolungati come quelli di stasera nei primi 25 minuti o, per esempio, a Capo d’Orlando negli ultimi 10. Non siamo ancora una squadra che riesce a giocare bene con continuità e dobbiamo migliorare sotto quest’aspetto, non regalare tanti minuti in cui o non facciamo canestro o non difendiamo o ognuno va per i fatti propri".

In casa Unics, ovviamente, si respira soddisfazione: "Sapevamo che sarebbe stata una gara dura – dichiara il coach, Evgeny Pashutin – e che Sassari sarebbe stata molto aggressiva. Loro hanno giocato una buona partita e dimostrato di essere ai livelli dell’Eurolega. Noi abbiamo mantenuto la concentrazione per tutto il match, anche nei momenti cruciali e abbiamo giocato forse la nostra migliore partita in questa competizione. Il nostro piano-partita prevedeva il cercare di rallentare i loro ritmi, giocando una solida difesa e commettendo meno errori possibili. I miei ragazzi hanno messo grande energia ed abbiamo fatto un altro passo verso le Top16".

I complimenti alla squadra arrivano anche dall’ex Siena Nikos Zisis, autore di una prova di altissimo livello per quanto riguarda la creazione del gioco: "E’ stata una partita molto dura. Per 25/26 minuti l’abbiamo controllata bene, facendo buoni attacchi però sapevamo, ed io ancora di più visto che ho giocato in Italia per tanti anni, che la Dinamo produce sempre quella manciata di minuti in cui gioca in un modo che, veramente, è molto difficile da affrontare. Hanno fatto il parziale con le triple di David Logan, poi c’è anche da dire che la loro difesa rischia tantissimo e a quel punto abbiamo perso un po’ il controllo della partita e abbiamo fatto degli errori banali. Però alla fine devo fare i complimenti ai miei compagni, specialmente ad Antipov che in genere non gioca tanto, ma oggi ha fatto delle giocate cruciali: una bomba, due liberi, un importante assist a Fischer. E complimenti anche a Sassari per l’ultimo sforzo che ha prodotto. Non sembravano in giornata però, ripeto, in questo campo sono in grado di fare parziali facili di 15-0 in cinque minuti".


© RIPRODUZIONE RISERVATA






INVIACI NEWS/RISULTATI/TABELLINI SEGNALACI UN ERRORE


NEWS IN EVIDENZA IN QUESTA CATEGORIA


Campionati Maschili > Euroleague > IB News

foto Salvatore Madau

13.12.2014 - ore 03:45

Passa il Real, ma al Serradimigni è festa

Foto Salvatore Madau SASSARI – E’ stata una festa, iniziata e finita con applausi per tutti, come era giusto che fosse. Alla Dinamo, priva di Sanders ed in extremis anche di Jeff Brooks (influenza), non è riuscita l’impresa, ma il modo in cui ha salutato l’Eurolega ... leggi tutto

Campionati Maschili > Euroleague > IB News

foto Salvatore Madau

18.12.2014 - ore 23:17

La Dinamo chiude a Kaunas la propria esperienza in Eurolega

[foto Salvatore Madau] CAGLIARI - Ultimo match di questa prima Eurolega della storia della Dinamo Sassari, che chiude il proprio cammino nell’elite del basket europeo nel freddo di Kaunas. Partita che si giocherà domani, con inizio alle ore 18:45, senza tante pretese per la squadra ... leggi tutto