Domenica 24 Settembre 2017 - 01:37

Sito d'informazione on line dal 2001

IsolaBasket.it

Sito d'informazione on line dal 2001



Nuoro, il torneo "Qua la mano" suggella il gemellaggio con Grosseto

30.12.2014


CAGLIARI – Settantacinque atleti, nati tra il 2004 e il 2006, appartenenti a tre società sarde (Ichnos Basket Nuoro, Basket '90 Sassari e Pallacanestro Alghero 1986) e ad una toscana (Biancorossa Grosseto), hanno dato vita il 28 dicembre al 1° Torneo Minibasket "TMB - Qua la mano" di Nuoro.

Per saperne di più abbiamo rivolto alcune domande ad uno degli organizzatori, il dirigente e tecnico dell'Ichnos e responsabile F.I.P. del Settore Minibasket della provincia di Nuoro, Salvatore Moro.

Innanzitutto, da dov'è nata questa bella iniziativa?
"Il torneo è nato per consolidare i rapporti di amicizia e rispetto reciproco tra le società coinvolte, ma anche tra gli istruttori responsabili che condividono la stessa idea metodologica nell'insegnare il Minibasket."

Vi ha preso parte anche una società toscana, cosa ci dice a riguardo?
"Abbiamo invitato la Biancorossa Grosseto perché il loro istruttore responsabile (Fabio Manganelli, ndr) ha condiviso con me il percorso di formazione Nazionale, ed in questi due anni abbiamo avuto l'occasione di stringere una bella amicizia, e di constatare di avere la stessa idea metodologica. Abbiamo creato un bel gemellaggio, i piccoli atleti sono stati ospitati per due notti dalle famiglie dei coetanei locali. I dieci mini cestisti e i 13 adulti al seguito, sono rimasti da noi ancora un giorno per scoprire le bellezze che offre il nostro territorio. L'ospitalità ricevuta da loro verrà ricambiata nel 2015 a Grosseto."

Oltre a loro, hanno risposto presente il Basket '90 di Fenu e la Pallacanestro Alghero di Muroni...
"Si, Giulio Fenu era l'altro Istruttore Sardo presente ai corsi Nazionali, con il quale pochi mesi fa abbiamo superato il corso per diventare Formatori, e siamo stati inseriti nello staff Regionale. Antonello Muroni è invece il primo Docente Regionale con il quale abbiamo interagito, e considerata la grandissima professionalità dimostrata, oltre che la grande fiducia e rispetto datoci, non fatico a definirlo come un esempio da seguire, e sono molto felice di poterlo coinvolgere quanto più possibile nelle nostre iniziative."

Autore: AlbertoGarau


© RIPRODUZIONE RISERVATA