Domenica 28 Maggio 2017 - 08:42

Sito d'informazione on line dal 2001

IsolaBasket.it

Sito d'informazione on line dal 2001



La Dinamo batte Caserta e sale al terzo posto in classifica

30.12.2014


[foto Salvatore Madau]

SASSARI. La Dinamo si impone sulla Pasta Reggia Caserta con il punteggio di 95-84 e fa un passetto in alto in classifica, superando Reggio Emilia e, dunque, insediandosi al terzo posto. Importante, se si pensa che al termine del girone di andata, ovvero fra due giornate, verrà stabilita la griglia delle Final Eight di Coppa Italia, a cui la Dinamo è matematicamente qualificata già dal turno precedente.

La gara con Caserta nascondeva tante insidie, quella maggiore era sicuramente il rischio di sottovalutare un avversario che ancora non è riuscito a trovare la propria dimensione in questo campionato e staziona all’ultimo posto in classifica a quota zero punti. I biancoblù di coach Sacchetti sono andati un po’ a sprazzi, con allunghi che venivano sistematicamente ricuciti dagli ospiti. Questo fino all’ultimo quarto, quando il Banco ha premuto forte sull’acceleratore arrivando ad un +18 (90-72) che chiudeva virtualmente la gara a 4’ dalla sirena. E’ stata la partita che ha segnato il "ritorno" di Miro Todic, che ha ritrovato fiducia grazie ai canestri da tre punti (5/8), ma anche quello di David Logan dopo qualche partita in cui non era riuscito ad esprimersi al meglio per via di problemi fisici. Ancora una conferma per Jerome Dyson (e tra le cifre citiamo i 9 assist) e Shane Lawal (12 punti ed 8 rimbalzi), ma anche per il preziosissimo Matteo Formenti.

Queste le parole di coach Meo Sacchetti al termine della gara: "Era una gara in cui la testa aveva la parte più importante. Siamo andati un po’ a sprazzi, andavamo via e ci facevamo riprendere, questo praticamente per tre quarti. Poi, sul finire del terzo quarto siamo riusciti a dare la spallata decisiva. Abbiamo fatto molto canestro da tre punti e questo ci ha indubbiamente aiutato in alcune situazioni del primo tempo, in cui erano state commesse delle leggerezze. Loro hanno segnato parecchio, sia da fuori che con i lunghi, in particolare Ivanov ed in certi momenti ci hanno creato qualche problema, però per noi era una partita strana, difficile da giocare per quanto riguarda l’aspetto mentale, anche perché non riuscivamo a chiuderla. Dovevamo assolutamente vincere. Adesso andremo a giocare a Venezia e voglio vedere che tipo di risposte avremo contro la squadra che, a giudicare dalle ultime partite, è nettamente quella più in forma del campionato".

Comunque soddisfatto della prova dei suoi l’allenatore della Pasta Reggia Caserta, Vincenzo Esposito: "Dopo un primo quarto in cui abbiamo giocato discretamente in attacco, ma si era rivista la mediocre difesa che c’era stata contro Avellino, abbiamo iniziato a difendere, tanto da concedere molti meno punti. Siamo riusciti a stare abbastanza attaccati, a tratti, ad una squadra dal potenziale offensivo incredibile. Finalmente posso dire che abbiamo avuto, almeno per tre quarti, le sembianze di una squadra di pallacanestro: abbiamo avuto la volontà di passarci la palla, abbiamo iniziato a servire anche i lunghi che prima venivano utilizzati soltanto per i blocchi, per prendere rimbalzi e passare il pallone. Direi che sono molto contento della prestazione dei miei ragazzi. Col passare delle settimane credo che continueremo a crescere. Questa era una partita che mi serviva per vedere la reazione dopo la mediocre partita fatta, soprattutto a livello difensivo, contro Avellino. Sassari ha segnato 95 punti? E’ una squadra che comunque ne fa 88 di media, è una squadra che noi soffriamo come tutte quelle forti atleticamente e che hanno talento, che ci possono mettere in difficoltà. Però ho visto lo spirito giusto in attacco e in difesa".

Autore: ErikaGallizzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA